Aeromodellismo - AeroModelLugo.org

Vai ai contenuti

Menu principale:

Aeromodellismo

SPECIALITA' / Categories
                       
Il volo attira l'essere umano, come testimoniano le leggende fin dalle ali di piume e cera di Icaro.
Ma prima di potersi librare nel cielo, gli uomini hanno studiato, provato, ipotizzato: gli aquiloni e le tante macchine leonardesche, le navicelle volanti riportate in tanti schizzi, non hanno però consentito voli effettivi.
Soltanto verso la fine del 16° secolo si sono effettuati i primi temerari voli con palloni aerostatici ad aria calda.
Il primo 'aereo', mezzo volante più pesante dell'aria, sembra essere stato (nel 1871) un modello di circa un metro di apertura alare, il famoso 'planoforo' di Alphonse Penault.
Seguirono poi i 'libratori' di Otto Lilienthal, e finalmente (1903) il mitico volo a motore dei fratelli Wright.

Ma fino ai nostri giorni, prototipi e studi si realizzano su modelli in scala ridotta!

AEROMODELLISMO: progettazione e costruzione di modelli volanti di aerei, elicotteri od altre 'macchine volanti'.
Ci si può dedicare alla costruzione ed al volo di aeromodelli per puro diletto e svago, o per attività sportiva,  codificata in diverse categorie, per le quali esistono gare a vari livelli fino a Campionati Mondiali, od infine per studio e/o sperimentazione, ad es. di diverse tecnologie costruttive o altro.
Quindi l’AEROMODELLISMO è:
HOBBY     STUDIO     SPORT     DIVERTIMENTO !
La suddivisione delle categorie sportive della FAI (Federazione Aeronautica Internazionale) è una ottima base per identificare i diversi tipi di aeromodelli, sostanzialmente raggruppati in 3 "famiglie", a seconda della modalità di pilotaggio: F1 volo libero, F2 volo vincolato, F3 modelli radiocomandati.
Classi a parte i modelli (F4) che riproducono perfettamente -in ogni più piccolo particolare- aerei esistenti o esistiti; i modelli con motori elettrici (F5) ed i modelli x eventi 'promozionali' come i WAG [World Air Games - Olimpiadi del Volo], (F6, ora denominati F3P - modelli acrobatici indoor).
Ci sono poi diverse categorie di modelli di aerostati (F7) e di razzomodelli (S).
Infine i droni da competizione, con pilotaggio con visione remota, F3U.
Torna ai contenuti | Torna al menu